Area riservata

Gli alunni delle quarte classi della scuola primaria in visita alla biblioteca “Marco Gatti”

Tu sei qui

Home
Ingresso della biblioteca Marco Gatti di Manduria

Gli alunni delle quarte classi della scuola primaria “Francesco Prudenzano” hanno visitato, nei giorni scorsi, la biblioteca “Marco Gatti” di Manduria. Accompagnati dalle maestre Loredana Pro, Daniela Pizzi, Ilaria Bardi (4C e 4D), Cinzia Lombardi, Imma Stranieri (4A e 4B), sono stati accolti con gioia dalla responsabile della biblioteca, Costanza Dimonopoli, dai ragazzi del servizio civile Daniele Antermite e Luisa Calò e dai volontari Archeoclub.

Dopo l’accoglienza nella sala centrale, la vista si è aperta con il racconto delle vicende della ”Gattiana”: la sua nascita, avvenuta alla fine del XIX secolo, grazie all’amore per i libri e per la propria città di due personaggi molto diversi fra loro, il senatore Nicola Schiavoni e il canonico don Gregorio Sergi. Nel corridoio centrale, l’attenzione dei ragazzi è stata rivolta alla campana del 1625 (fortunosamente scampata alla fusione durante la Seconda Guerra Mondiale, grazie all’interessamento di Michele Greco, direttore della “Marco Gatti” per quasi un trentennio), al busto del senatore Nicola Schiavoni e al ritratto del suo maestro di vita morale, a cui egli volle intitolare la biblioteca, cioè l’abate Marco Gatti.

La curiosità dei bambini è stata pienamente soddisfatta dalle puntuali spiegazioni di Daniele e Luisa, che li hanno piacevolmente introdotti alla conoscenza della schedatura di un libro, attraverso gli antichi schedari cartacei e i moderni archivi informatici (il portale Bibljorete, ad esempio). Procedendo verso la sala antica, il “sacrario” della Gattiana, i bambini sono rimasti affascinati da antichi e maestosi scaffali in legno, da secoli silenziosi custodi di incunaboli, cinquecentine e volumi di particolare pregio.

La visita è continuata nella sala lettura intitolata a Elio Dimitri, bibliofilo e studioso di storia patria. Qui, gli scaffali contenenti narrativa per ragazzi, classici ma anche una vasta selezione di testi recentissimi, graphic novel e di altro genere, sono stati letteralmente presi d’assalto dai piccoli lettori i quali, accomodandosi ai tavoli hanno sfogliato i volumi di loro gradimento.

Grande entusiasmo e interesse ha suscitato inoltre una collezione privata di “Insetti dal mondo”, un’opera editoriale del National Geographic (si tratta di esemplari di invertebrati, trattati con un innovativo sistema di conservazione, conservati in piccole teche), corredata da fascicoli con esauriente spiegazione, che la Gattiana sta ospitando per alcuni mesi.

Alla fine della visita è stato consegnato alle insegnanti un questionario da somministrare agli alunni per conoscere le esigenze dei piccoli lettori e la percezione avuta dello spazio-biblioteca, per alcuni di loro poco o affatto conosciuto; a scuola inoltre, i bambini hanno fissato le sensazioni vissute durante la loro permanenza in biblioteca in alcuni disegni.

Visionando risposte e disegni delle classi quarte della nostra scuola primaria, emerge, immensa, la voglia dei bambini di essere protagonisti degli spazi conosciuti durante la visita, oltre al desiderio di una biblioteca informatizzata, con spazi più ampi e ricchi di colore.

Ai nostri bambini è stato rivolto, da parte di tutti i presenti, un caloroso invito a tornare presto alla ‘Marco Gatti’, insieme ai loro genitori, per chiedere in prestito i volumi consultati durante la visita o per scoprirne di nuovi.