Area riservata

Prudenzano e SINPIA celebrano la Giornata Nazionale per la promozione del Neurosviluppo - mercoledì 11 maggio 2022

Tu sei qui

Home

La nostra scuola, sempre sensibile alla promozione della salute e del benessere nelle giovanissime generazioni, ha aderito con entusiasmo alla Giornata Nazionale per la promozione del Neurosviluppo che si celebrerà mercoledì 11 maggio 2022.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla SINPIA - Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, nell’ambito della settimana europea di sensibilizzazione sulla salute mentale e delle attività, vede questa scuola ospitare, nella mattina di mercoledì 11 maggio 2022, l’equipe della NPIA - Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che opera presso la ASL cittadina, diretta dalla dott.ssa Cristina Dellarosa.

L’equipe NPIA, costituita da medico, psicologo, terapisti ed educatori, ha ideato a beneficio dei bambini della fascia d'età 4/5 anni del plesso Sacra Famiglia e delle classi prime e seconde della scuola primaria del plesso Prudenzano una serie di attività ludiche che coinvolgeranno la sfera motoria, comunicativa e relazionale.

Non solo. Anche i docenti delle classi coinvolte potranno cogliere la preziosissima opportunità di osservare l'incredibile varietà degli aspetti coinvolti nel neurosviluppo.

Nella mattinata di mercoledì 11 maggio nel plesso Sacra Famiglie e, in contemporanea, nel plesso Prudenzano, l’equipe NPIA si dedicherà ai nostri piccoli alunni (vedi prospetti organizzativi).

Al termine delle attività psico-motorie, dalle ore 12,00 alle ore 13,00 gli specialisti saranno a disposizione, presso il plesso Sacra Famiglia,  di docenti e/o genitori che sentissero la necessità di un confronto o di porre qualche domanda.

Sento pertanto la necessità di ringraziare il dottor Gianvito Losignore e la dott.ssa Laura Chirico che con grande spirito d’iniziativa hanno proposto l’iniziativa, intuendo l’entusiasmo con il quale questa scuola accoglie e promuove le iniziative che contribuiscono al benessere dei propri alunni e delle loro famiglie, specie nell’attuale periodo storico, di uscita da una pandemia che, purtroppo, ha peggiorato notevolmente la situazione, sia per i disturbi psichiatrici in età evolutiva, sia per tutti gli altri disturbi del neurosviluppo (linguaggio, apprendimento, autismo, altre disabilità) che costituiscono una fragilità dei più piccoli.

Sia questo l’inizio di una lunga e fruttuosa collaborazione.